E’ notizia ormai diffusa, ma cogliamo l’occasione per riportala nuovamente all’attenzione certi che molte persone, con la bella stagione, vorranno approfittare di questa opportunità: ad inizio aprile sono stati completati i 52 chilometri della pista  ciclabile della Greenway del Sile, percorso che collega Treviso al mare, giungendo a Jesolo. L’ultimo intervento ha riguardato il tratto che collega Portegrandi a Caposile,  seguendo l’arginale destro del Taglio del Sile per una lunghezza di 5,5 km.

La realizzazione dell’intero progetto ha preso avvio diversi anni fa con lo scopo di unire i percorsi a mobilità lenta in un tracciato che costeggia il fiume Sile, tra viali e rive verdeggianti per giungere, in sella alla propria bicicletta, al mare lungo la restera da Treviso fino alla Torre del Caigo, in comune di Jesolo. Da qui, proseguendo lungo ciclabili urbane o strade a basso scorrimento, è possibile raggiungere il Lido di Jesolo e quello del Cavallino.

La partenza dei 52 chilometri avviene  poco fuori le mura cittadine di Treviso per dirigersi verso Casier e quindi Rivalta arrivando a Casale sul Sile, dove la pista attraversa il fiume e passa sulla riva sinistra, proseguendo per alcuni chilometri. A Musestre, frazione di Roncade, la pista passa nuovamente sul lato destro del fiume e arriva all’abitato di Portegrandi. Attraversata la chiusa, la ciclabile entra sulla gronda lagunare, che percorre per ben 11 km, fino a quando il Sile confluisce nella Piave vecchia a Caposile. Percorrendo strade bianche si giungerà quindi ai resti dell’antica Torre del Caigo (“Torre del Caligo”)  in comune di Jesolo.

Per arrivare, infine, alle località balneare di Jesolo Lido sarà necessario raggiungere l’abitato di Jesolo Paese lungo la viabilità ordinaria  e, da qui, seguire la rete urbana ciclabile fino a Piazza Drago per poi collegarsi con la centrale via Bafile.

La Greenway del Sile è un itinerario che prende origine dal Parco del fiume Sile (http://www.parcosile.it), Parco Naturale  istituito dalla Regione Veneto nel 1991, esteso su di una superficie di 4.152 ettari, compresa all’interno di 11 territori comunali distribuiti nelle province di Padova, Treviso e Venezia.
L’area delle sorgenti si trova tra Casacorba di Vedelago (Treviso) e Torreselle di Piombino Dese (Padova) originando il più lungo fiume di risorgiva d’Italia: 70 km circa da Casacorba di Vedelago (Treviso) a Portegrandi di Quarto d’Altino (Venezia), la foce naturale nella Laguna di Venezia, prima dello scavo del “Taglio del Sile”.

Il Parco del fiume Sile ha indetto un concorso fotografico aperto a tutti coloro che vorranno ritrarre l’ambito naturalistico, i luoghi e i paesaggi del Parco del Sile della sua gente.

Il concorso scade il 30 giugno 2017!  Tutte le info sul sito www.parcosile.it.